Devo esserci, sempre!

Vi ho mai parlato di come si svolge la mia giornata lavorativa?

Bene, oggi ho voglia di raccontarlo.

In giornate “normali” sveglia alle 6,00, colazione e in mezz’ora sono in falegnameria. Prima cosa da fare vedermi con i miei collaboratori per il fare il punto della giornata. Tutto è organizzato nei giorni precedenti, ma è meglio fare un check veloce per verificare se tutto rientra nei tempi e se non ci siano problemi dell’ultimo minuto.

Nelle giornate da “trasferta”, invece, mi piace prendere appuntamenti nei cantieri o nei luoghi dove c’è da fare un sopralluogo per le 8,00, cosi se devo andare nel nord Sardegna la sveglia è alle 4,00.

Le giornate sono sempre ben programmate, cerco di organizzarle per fare in modo di avere sia gli appuntamenti fuori ufficio che quelli presso la nostra sede ben incastrati.

È tutto sotto controllo attraverso la mia preziosa collaboratrice Licia, io uso ancora l’agenda cartacea, ma con lei condivido tutto per fare in modo che sappia sempre cosa devo fare per poter inserire qualche appuntamento dell’ultimo minuto.

Lo sapete che il mio mondo è la falegnameria, mi piace vedere i macchinari in funzione, i miei collaboratori soddisfatti del proprio lavoro e gli arredi prendere forma, ma andare nei cantieri per le verifiche è una necessità diversa: devo capire se tutto quello che abbiamo realizzato è perfettamente coerente con il progetto esecutivo e soprattutto devo far in modo che non mi sfuggano anche i più piccoli dettagli.

È più forte di me, devo esserci.

condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email